Spietate promesse di Rebecca Ross

Spietate promesse di Rebecca Ross

In Spietate promesse, attesissimo seguito di Divini rivali ed epico finale della dilogia di Rebecca Ross, Iris e Roman, uniti da un amore indomabile e separati dalla terribile forza delle divinità, lotteranno con tutto il cuore per cambiare le sorti della guerra.

Dopo aver vissuto in prima persona gli orrori della guerra, Iris è finalmente tornata a casa, ma la vita lontano dal fronte è tutt’altro che facile: Roman è disperso e non si hanno sue notizie da settimane, l’esercito di Dacre continua ad avanzare puntando verso Oath, mentre i suoi abitanti, ostili e diffidenti nei confronti delle divinità, sono sempre più inferociti. Quando a Iris e Attie viene offerta la possibilità di tornare a seguire l’offensiva in prima linea, le due non esitano a dirigersi verso ovest, dove dovranno affrontare ancora una volta i pericoli del conflitto. Nel frattempo, nel regno sotterraneo, Roman si è risvegliato da un lungo sonno e tutti i suoi ricordi sono svaniti. Il dio del sottosuolo, che lo ha guarito dalle ferite di guerra, gli ha promesso che presto recupererà la memoria. Tutto ciò che deve fare, per il momento, è scrivere per lui e raccontare ai cittadini di Oath la sua versione. Ma un giorno Roman trova una lettera anonima proprio davanti all’armadio e, incuriosito, decide di mettere da parte i sospetti e cominciare una corrispondenza che lo porterà a interrogarsi sul proprio passato e sulla vera natura di Dacre.

Spietate promesse conclude la storia di Roman e Iris scritta dall’autrice Rebecca Ross.

Le divinità sono spietate ed egoiste e giocano con il destino di innocenti essere umani per raggiungere i loro scopi, per i propri capricci o le rivalse personali.

A volte è possibile incontrarne uno compassionevole, che prende a cuore il destino dell’umanità, ma a sua volta dovrà dimostrare una ferocia maggiore rispetto all’eterno rivale per sconfiggerlo.

Se in Divini Rivali l’autrice aveva raccontato in generale la storia delle divinità che si scontravano e amavano nel suo libro, concentrandosi sulla storia d’amore di Iris e Roman; in Spietate promesse non riesce a darci una spiegazione più dettagliata, limitandosi a inserire ora uno ora l’altra in momenti particolari della narrazione che sembrano fungere da tappabuchi.

follow me!!!

Iris e Roman continuano a fare le stesse cose del primo libro: scrivono articoli di giornale e si scambiano lettere segrete, ricordando i loro momenti felici e scambiandosi informazioni importanti che potrebbero cambiare le sorti della guerra.

A fasi alterne arriva l’intervento divino che appare forzato e incongruente con il resto della storia, in quanto non l’arricchisce, è solo uno sforzo in più che la conduce alla conclusione tra le varie ripetizioni fin troppo simili del primo volume.

Spietate promesse è immobile, si sviluppa maggiormente grazie a scene sensazioni che a un percorso di crescita dei personaggi, e alla fine lascia quella sensazione di avere una storia bellissima tra le mani di cui si è letto solo l’introduzione divisa in due volumi.

Con questo non voglio dire che la storia sia brutta, anzi mi è piaciuta, ma sicuramente mi aspettavo molto di più, una caratterizzazione maggiore dei personaggi e anche una loro crescita.

E sicuramente consiglio la lettura di Spietate promesse e Divini Rivali.

non perderti tutti gli aggiornamenti del blog, segui i miei hashtag sui social:

#isussurridellemuse
#luisadistefano

Copia ARC fornita dalla Casa Editrice ai fini promozionali.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

/ 5
Grazie per aver votato!